Food & Beverage

Az. Agricola Le Due Terre: “vini nati da un sogno”

"La nostra avventura è iniziata quando eravamo soltanto due ragazzi, pieni di sogni, con un grande sogno nel cassetto e pochi soldi"

I vini Le Due TerreI vini Le Due Terre
4.3K

Le origini

Oggi sono stata a Prepotto e ho avuto il piacere di intervistare Silvana Forte e sua figlia Cora, dell’Azienda Agricola “Le Due Terre”.

Erika Grossi con Silvana e Cora nella loro cantina
Con Silvana e Cora

Questa piccola realtà friulana, creata nel 1984 da Silvana Forte e Flavio Basilicata, è una delle più piccole realtà friulane che da sempre si è impegnata sulla strada della qualità dei suoi vini. Il nome “Le Due Terre” rende omaggio ai due terreni della regione: argilla e marna, nel dialetto locale “ponca”.

L’azienda Le Due Terre vista dall’alto
L’azienda Le Due Terre vista dall’alto

La loro missione è quella di produrre vini naturali che riflettano il terroir, l’annata, la storia con l’ambizione di un lungo invecchiamento. La vinificazione avviene in modo tradizionale: i lieviti naturali inducono la fermentazione spontanea e il vino riposa per 22 mesi in rovere francese senza rastrellature, per invecchiare il più delicatamente possibile.

La storia de Le Due Terre

Silvana, è una donna molto gentile e dopo avermi accolta nell’azienda di famiglia, ha iniziato a raccontarmi la storia de Le Due Terre, di questo sogno che ha potuto realizzare con il compagno di una vita, Flavio Basilicata, nel lontano 1984.

“L’avventura – prosegue Silvana – è iniziata quando eravamo soltanto due ragazzi, pieni di sogni, con un grande sogno nel cassetto e pochi soldi, ma con tanta voglia di realizzare qualcosa che avrebbe dato un’impronta diversa alla nostra vita”.  Non a caso, Paola Mura ha soprannominato i loro vini “bottiglie nate da un sogno”. Tutto questo, mi fa riflettere su una grande verità: dalla passione può nascere tutto.

“Le Due Terre può davvero essere di esempio – continua Silvana -, per molti ragazzi che oggi si sentono un  po’ demotivati, in un momento in cui il lavoro manca, in un periodo in cui non è facile iniziare nessuna nuova avventura”.

Mi piace pensare che nel 1984 questa azienda era un piccolo terreno in affitto, e soltanto dopo, con tanti sacrifici, Silvana e Flavio sono riusciti nel loro sogno: produrre un grande vino apprezzato in tutto il mondo.

cancello Ingresso de Le Due Terre
Ingresso de Le Due Terre

La nuova generazione

Anche Cora, giovanissima e molto in gamba, ha intrappreso la stessa strada. I genitori le hanno saputo trasmettere fin da piccola la passione per la realtà di famiglia. “L’Azienda Le Due Terre fa parte di noi” mi confida. Anche se non si tratta di un lavoro semplice,

Cora ama molto il suo lavoro. Le chiedo di spiegarmi cosa in particolare e sorridendo mi spiega “sicuramente il contatto con la natura, l’idea di poter seguire tutte le stagioni, di passare dalla potatura dove soffri il freddo perché tira la bora anche a 70km/h e tu devi comunque potare e tagliare le viti e poi il caldo, l’estate, i profumi della vendemmia. È un lavoro duro, questo è sicuro. A volte grandina, a volte c’è un’annata stupenda, fa parte di questo, il lato più bello di questo lavoro”.

Vigne cariche di uva pronta per essere raccolta
Durante la vendemmia

Silvana invece si occupa maggiormente del lato commerciale, dove ha la possibilità di stare con la gente, ammirare ogni volta l’entusiasmo dipinto nel volto di chi assaggia per la prima volta un calice di vino de Le Due Terre.

Infine, Silvana e Cora mi raccontano che la loro fortuna sta nel fatto che l’azienda, nonostante sia piccola, è conosciuta in tutto il mondo e che spesso si sentono come dei piccoli artigiani che con la loro valigetta portano in giro un pezzo di Friuli.

“Questa regione è una terra tutta da scoprire – conclude Silvana – una terra con mare e montagna, tante bellezze naturali. Entusiasma i turisti perchè ancora vergine, non è inflazionata dal turismo di massa.

E allora cosa state aspettando? Partite per il Friuli Venezia Giulia e fermatevi a Prepotto. Lasciatevi conquistare dai vini di questa aziendaSacrisassi Rosso, Sacrisassi Bianco, Schioppettino, Merlot e Pinot Nero.

Lascia un commento